Telefono

+39 3281675379

Email

info@abbicuradite.it

Cristina Lopez. Classe 1981.

Romana di nascita, milanese d’adozione e australiana nel cuore.

Mi avvicino allo Yoga piuttosto recentemente, dopo un percorso personale caratterizzato da un graduale aumento di consapevolezza e tante esperienze di vita.

Dopo essermi laureata con lode in Scienze della Comunicazione col vecchio ordinamento, parto per un breve periodo per Chicago, con l’intento di rendere più fluido il mio inglese. Rientro a Roma e, mossa dall’amore per la scrittura, divento redattrice in un giornale di moda e in un mensile locale. Inizio a lavorare come venditrice per una nota azienda italiana e faccio carriera nella vendita diventando responsabile di reparto. Vengo spostata prima a Monza e poi a Milano, dove passo dalla vendita all’ufficio acquisti. Nel 2019 mi trasferisco in Australia, nella ridente località di Point Lonsdale, una perla rara a circa 2 ore di distanza da Melbourne sulla Great Ocean Road – per intenderci è la strada che porta ai Dodici Apostoli! Mi dedico a un foodtruck di successo a gestione familiare, ma nel bel mezzo della pandemia la vita mi riporta alle origini e rientro a Roma con la voglia di condividere quello che ho imparato negli anni, quello che ho avuto la fortuna di conoscere da quando ho messo il naso fuori di casa, fuori da quella periferia romana in cui sono nata e cresciuta.

Ho iniziato a praticare Yoga del tutto casualmente già da quando vivevo a Milano, presso la palestra delle arti Dunamis. Dopo anni di body building stavo iniziando a sentire la necessità di aumentare la mia flessibilità e di iniziare a trattare il mio corpo con più dolcezza. Passo quindi da allenamenti estenuanti e carichi elevati a movimenti di allungamento e sequenze fluide che mi riportano alla mente la delicatezza e la forza sperimentate in tenera età con la danza classica.

Inizio a seguire Yoga with Adriene e Yoga with Kassandra per poter praticare anche da casa.

Gradualmente entro in contatto con realtà più rispettose dell’essere, che mi mostrano nuovi scenari possibili, modi di vivere alternativi, a dire il vero più normali della normalità a cui siamo abituati. Dov’era scritto che era giusto lavorare per più di 8 ore al giorno? Chi aveva deciso che la gestione dello stress era una competenza? Quando abbiamo iniziato a dare credito al multitasking (attività preclusa all’essere umano) convinti di poter fare bene più cose contemporaneamente? Perché dovevo sentirmi in colpa se dedicavo delle attenzioni solo ed unicamente a me stessa? Quante attività quotidiane inconsapevoli mi stavano allontanando dalla mia vera essenza?

Devo ammettere che l’Australia ha dato un forte contributo a questo cambiamento. Vivere a stretto contatto con la Natura, vicinissima all’Oceano e immersa in un’oasi naturale, mi ha fatto sentire viva, senza il bisogno di dover costantemente fare, pena il giudizio di non essere mai abbastanza. Ho trovato una comunità di persone riservate e collaborative allo stesso tempo, che mi hanno insegnato il rispetto sia per se stessi che per gli altri. Mossa dalla curiosità di conoscere la realtà in cui ero finita, quasi con spirito di esplorazione, ho iniziato ad acquistare prodotti veramente a km Ø, con l’intento di sostenere le iniziative locali, l’expertise e l’ingegno delle persone che vivevano nella mia stessa comunità.

In questa situazione di vantaggio – ma non senza difficoltà – lo Yoga è diventato un punto fisso, una certezza e un rifugio quotidiano. Ho infatti iniziato a praticare quotidianamente e la costanza mi ha premiato fin da subito, riscontrando enormi benefici. Lo Yoga mi dava, sempre, quello di cui avevo bisogno. Non capivo esattamente in che modo, ma avevo la netta percezione che qualcosa di positivo e meraviglioso stava succedendo.

Ho praticato con tanti insegnanti diversi, tanto che mi risulterebbe difficile citarli tutti in questa sede, ma devo ringraziare soprattutto Mandy Briggs, Kirsteen Warrington e Charlotte Fraser perché, se ho scelto di fare dello Yoga il mio stile di vita e di trasmettere ad altri quello che stavo sperimentando sulla mia pelle, lo devo a queste 3 splendide creature.

Ogni insegnante con cui ho praticato, a proprio modo, mi ha fatto un dono e l’essere ormai quasi bilingue, mi permette di seguire classi in inglese a cui diversamente non potrei avere accesso.

Mi sono rimessa sui libri, ho iniziato a capire il perché di quella nuova forma di benessere e così sono diventata Istruttore di Hatha Yoga, al termine del corso professionale biennale della durata di 256 ore con il Maestro Roberto Boschini aka Sw Dhyan Nirman del Piccolo Amrit, scuola accreditata da Yoga Alliance Italia.

Da Gennaio 2022 sono certificata come Registered Yoga Teacher (RYT) 250 Plus LVL 1 Adv con Yoga Alliance Divisione Italia, Europa International e da Marzo 2022 come Istruttore Nazionale Ginnastica Yoga Liv. 1 250h con CSEN.

Condividendo appieno la filosofia del Movimento Libere DBN, da Febbraio 2022 ho scelto di diventarne Socio Benemerito.

Nel frattempo ho avuto anche modo di frequentare diversi corsi di Mindfulness, incuriosita dai vantaggi riscontrati nei soggetti che praticano questo tipo di meditazione per alleviare sia forme di stress generalizzato che disturbi mentali più seri o problemi di varia natura che necessitano di cure mediche.

Ho frequentato anche vari corsi di Nutrizione, nell’ottica di aumentare la conoscenza di questa branca della medicina che mi appassiona da quando sono adolescente e con la voglia di seguire personalmente uno stile alimentare consapevole e responsabile.

Ho in programma di riprendere a breve gli studi per proseguire il mio percorso professionale e diventare Insegnante di Yoga con un diploma da 500 ore. Non escludo di iscrivermi nuovamente all’Università, ma sono ancora in dubbio su quale strada percorrere.

Continuo a praticare regolarmente, sia da sola che con la mia insegnante e amica Barbara Giannetti di Yogalabs, con un focus specifico sullo Yoga Chikitsa, la prima serie dell’Ashtanga Yoga. Sto valutando di integrare la mia pratica con dell’altro – non escludendo anche una forma più acrobatica come l’Acroyoga – con la consapevolezza che un insegnante di Yoga sia completo solo se pratica con costanza e con l’ausilio, il supporto e la guida di un maestro esperto.

Se ti interessa leggere il mio CV dettagliato, clicca su

my Linkedin profile